fbpx

Continano ad essere allarmanti i dati del settore edile in provincia di Agrigento. La crisi economica, infatti, non risparmia l’edilizia che sul territorio agrigentino , dal 2007 ad oggi, ha perso ben 2.650 posti di lavoro. Il dato arriva dalla CEAMA, cassa edile di mutualità ed assistenza di Agrigento, che, nonostane la profonda crisi, dice di aver dato un contributo fondamentale al mondo dell’edilizia della provincia, ovvero, ad imprese, operai, lavori pubblici e privati. Il presidente della cassa edile, Giuseppe Sorce, insieme al suo vice, Salvatore Caruana, ci tiene, inoltre, a presentare le liquidazioni nel semestre 2010 effettuate dalla CEAMA. << E’ stato erogato a 5.065 lavoratori aventi diritto-afferma Sorce- l’accantonamento versato dalle imprese. Sono state erogate 1.105 prestazioni a favore dei lavoratori e dei familiari a carico aventi diritto, quali nozze, nascita, assistenza ai figli disabili, protesi oculistiche/dentarie, borse di studio/prime iscrizioni, spese per lutto, sussidi straordinari. E’ stata erogat a 1.709 lavoratori l’APE, anzianità professionale edile. Ancora- continua Sorce- è stata erogata a 2.500 lavoratori aventi diritto , gli indumenti antinfortunistica. Abbiamo voluto rendere pubblici questi dati- conclude il presidente della CEAMA- per significare come, il mondo dei costruttori aderenti all’Ance e delle organizzazioni sindacali riescono ad essere vicini ai lavoratori ed alle loro famiglie>>.