Attualità Politica

Elezioni amministrative: al voto il 4 e il 5 ottobre

In precedenza, le elezioni erano state fissate il 24 maggio (ballottaggio il 7 giugno) e successivamente il 14 giugno (ballottaggio il 28). Ma, in entrambi i casi, visto l’evolversi della situazione emergenziale dovuta all’epidemia, la tornata elettorale era stata rinviato al secondo semestre 20202, in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 novembre. Data che adesso, il governo Regionale, ha deciso e ufficializzato: Si svolgeranno il 4 e il 5 ottobre le elezioni amministrative in 62 Comuni dell’Isola. A seguito dell’emergenza Covid 19, in questa tornata elettorale le urne saranno aperte due giorni: domenica (dalle 7 alle 22) e lunedì (dalle 7 alle 14) Lo scrutinio delle schede si terrà immediatamente dopo la conclusione delle votazioni. La costituzione dell’Ufficio elettorale, nei vari seggi, avverrà il sabato pomeriggio. L’eventuale ballottaggio è fissato per il 18 ottobre. A essere coinvolti dalla tornata elettorale saranno oltre 810 mila siciliani. Unici capoluoghi di provincia che andranno alle urne sono Agrigento ed Enna. In provincia di Agrigento i comuni chiamati al voto saranno 9: come già detto Agrigento , con il voto proporzionale, 24 i consiglieri assegnati, gli altri comuni sono Camastra, Cammarata , Casteltermini , Raffadali , Realmonte , San Biagio Platani e Siculiana nei quali si voterà con il sistema maggioritario. Alle urne anche i cittadini di Ribera dove si voterà con il proporzionale. Il sistema maggioritario premia il partito che ottiene più voti e, sulla carta, dovrebbe garantire maggiore stabilità governativa. L’altro sistema assegna i seggi in proporzione alle preferenze e dovrebbe invece assicurare una maggiore rappresentanza alle varie forze politiche, dando vita a un panorama di solito più frammentato.