fbpx


Con un anno di ritardo a seguito del blocco voluto dell’ex Ministro Brunetta, delle elezioni per il rinnovo dei Rappresentanti Sindacali, che si sarebbero dovute tenere nel 2010, il 05-06-07 marzo prossimo in tutta Italia si voterà, tranne, forse, nel comune di Licata. Per questo motivo è stata tenuta una conferenza stampa dai segretari regionale della Funzione Pubblica della CGIL Michele Palazzotto e della FPL UIL Vincenzo Tango alla presenza dei segretari provinciali Alfonso Buscemi e Carlo Florio. “E’ assurdo il comportamento della FP CISL e del CSA nel comune di Licata, – denunciano i sindacati, – infatti, i componenti della Commissione Elettorale in rappresentanza della FP CISL e del CSA con il loro comportamento tendono a non fare tenere le elezioni, prendendo a pretesto l’esistenza o meno del diritto al voto attivo e passivo dei precari, strano che ciò lo interpretano solo nel comune di Licata e in nessuna altra parte dell’Italia, e in particolare della sicilia.

I Sindacati FP CGIL E FPL UIL hanno chiesto al Comitato dei Garanti di intervenire con urgenza.