Coronavirus Cronaca

Emergenza Covid-19: chiuso ristorante a Licata

Un caso di positività asintomatica al Covid-19 ha indotto alla quarantena forzata per tutti i collaboratori de «La Madia» di Licata , dello chef Pino Cuttaia, e alla relativa chiusura temporanea del ristorante. “Nello svolgimento della mia attività mi sono attenuto scrupolosamente alle prescrizioni anti Covid-19, adottando tutte le misure di prevenzione, per garantire la massima sicurezza ai nostri dipendenti e clienti – spiega Cuttaia – . Con senso di responsabilità e precauzione, tutti i collaboratori sono in quarantena forzata e in attesa di effettuare il tampone. Inoltre, stiamo chiamando tutti coloro che sono stati ospiti in questi ultimi giorni a La Madia invitandoli a rivolgersi tempestivamente al dipartimento di Prevenzione, servizio di Epidemiologia dell’Asp di Agrigento. Comunicherò al più presto le nuove date di riapertura del ristorante La Madia”. Un nuovo caso di positività al cororonavirus anche a Grotte. A darne notizia è il sindaco Alfonso Provvidenza. Il sindaco precisa: “E’ importante precisare che il secondo contagio non è collegato al primo. Torno a raccomandare uso delle mascherine, distanziamento e igiene delle mani. Con rispetto delle norme e molto buon senso risolveremo tutto”. Secondo quanto si apprende si tratta di un’anziana asintomatica, ricoverata per altro.  Dal primo luglio al 12 settembre sono 71 i casi di contagio da coronavirus nell’agrigentino. Nella quasi totalità di tratta di persone rientrate da viaggi all’estero, Spagna, Malta e Croazia, e Italia, Sardegna e Emilia Romagna. E sono oltre 200 i migranti sbarcati sulle coste agrigentine risultati positivi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.