Eplosione al mercato di Gela, due agrigentini tra i feriti gravi

E’ di 20 feriti di cui quattro in modo grave, il bilancio dell’esplosione della bombola di gas di un furgone adibito alla vendita di polli allo spiedo verificatosi ieri al mercato settimanale di Gela. Titolare del mezzo commerciale è il grottese Claudio Catanese.

La deflagrazione del contenitore di Gpl è avvenuta intorno a mezzo giorno ed ha investito in pieno le tre persone che vi lavoravano a bordo, due uomini e una ragazza, le fiamme sprigionate hanno

causato ustioni anche tra gli avventori.

Tra i feriti gravi, Simona Martorana, casalinga all’ottavo mese di gravidanza,che è stata trasferita al centro Grandi ustioni di Palermo. Al Cannizzaro di Catania invece e’ stata trasportata, Melania Marretta, di 22 anni, la ragazza che lavorava nel furgone che ha riportato ustioni sul 50% del corpo. Ricoverati in codice rosso anche il proprietario del furgone, Claudio Catanese e il racalmutese Vittorio Manta.

La Procura di Gela ha aperto un’inchiesta per stabilire le cause dell’esplosione.