fbpx

“Riteniamo che gli sviluppi e la destinazione futura del Parcheggio Pluripiano debbano essere decise dall’Assise cittadina attraverso una delibera che coinvolga e che abbia il contributo di tutte le parti politiche presenti in Consiglio Comunale”. E così che si esprime Giuseppe De Francisci, presidente del Gruppo Consiliare del Movimento Per Le Autonomie al Comune di Agrigento, rendendo nota la decisione di presentare un ordine del giorno relativo alla proposta dell’amministrazione di affidare eventualmente a privati la gestione della struttura. Pur sottolineando la non contrarietà all’iniziativa comunale, De Francisci comunque pone l’accento sulla gestione pubblica fino ad oggi portata avanti. “Possiamo affermare e dimostrare con certezza che negli ultimi anni è mancata innanzitutto la politica e un’attenta programmazione del parcheggio”, afferma, e continua: “un modo di gestire che definirei “Allegro” e poco “Sano”, difatti ci giungono notizie circa il rilascio di oltre cento tessere per il parcheggio gratuito all’interno della struttura oltre a quelle in utilizzo all’Amministrazione tutta e ad altre Pubbliche Amministrazioni, la mancata manutenzione, come il mantenimento senza la relativa sbarra di blocco in uscita delle autovetture, per parecchi mesi e altre relative mancanze riconducibili ad una carente ordinaria manutenzione e allora, conclude, risulta naturale che la struttura vada matematicamente in perdita. De Francisci, propone, piuttosto una più attenta programmazione politica della struttura, le cui condizioni odierne non sono per nulla critiche. La sbarra funziona regolarmente, così come gli ascensori che risultano essere in servizio, nonché un numero cospicuo di veicoli in sosta nei diversi piani a disposizione.
“Certo che sarà il consiglio comunale a deliberare; d’altronde, l’eventualità di affidare a dei privati la gestione della struttura di Via Empedocle, in questo momento è solo un’ipotesi di lavoro, neanche una vera e propria progettualità. In ogni caso, se ne era già parlato in consiglio nell’ambito del bilancio di previsione 2011”. Sono parole, invece, dell’Assessore Buscaglia, raggiunto telefonicamente, che continua: “l’idea di esternalizzare, è nello spirito generale di un Ente in risposta ad un momento di crisi”. Buscaglia, nel dichiarare apprezzamento per la sollecitazione di Giuseppe De Francisci, comunque sottolinea come le tessere gratuite siano in uso al Comune per le macchine di servizio e per i consiglieri comunali, nonché per la Guardia di Finanza; il tutto sulla base di un apposito Regolamento. Condizioni agevolate poi, per dipendenti comunali e per impiegati di uffici e strutture adiacenti. “E se dovessero esserci situazioni anomale, conclude Buscaglia, massima disponibilità dell’amministrazione comunale a porre in essere le adeguate verifiche”.