False vendite sul web, un arresto a Favara

Nicolò Pollicino, 28 anni di Favara è stato arrestato dai Carabinieri della locale Tenenza per l’ipotesi di reato di truffa aggravata. Il giovane si sarebbe reso responsabile di diversi raggiri effettuati tramite la fittizia vendita di prodotti su internet. Nello specifico, il 28enne, avrebbe pubblicato, sui portali commerciali, le foto di diversi prodotti in vendita: dagli smartphone ai ricambi per mezzi pesanti. Le ignare vittime, attirate anche da prezzi vantaggiosi, procedevano al pagamento senza però ricevere mai il prodotto acquistato.  Secondo gli inquirenti, i colpi messi a segno avrebbero fruttato circa 9 mila euro. Il maldestro truffatore si sarebbe incastrato con le sue stesse mani, perché convocato nella Caserma di via Olanda, insieme ad altri soggetti, era ritenuto persona sospetta, durante una conversazione telefonica però è stato sentito da un militare in servizio, mentre contrattava la vendita di un’imbarcazione. Da qui l’individuazione del presunto truffatore. Al 28enne sono stati concessi i domiciliari.