fbpx

La Corte di Cassazione ha annullato, per mancanza di gravi indizi di colpevolezza, l’ordinanza del Tribunale del Riesame di Palermo che il 7 marzo scorso aveva confermato la custodia cautelare in carcere per Antonino Russello, 26 anni, di Favara, arrestato nell’ambito dell’operazione antidroga denominata “Hardom”. I giudici hanno accolto il ricorso presentato dal difensore di Russello, l’avvocato Angelo Nicotra. Il favarese era stato arrestato lo scorso 8 febbraio dagli uomini della Squadra Mobile di Agrigento, assieme ad altre 10 persone ritenute appartenenti ad una presunta organizzazione dedita al traffico e smercio di sostanze stupefacenti. Russello è imputato in un altro processo, dove è chiamato a difendersi dall’accusa di favoreggiamento aggravato, per aver favorito la latitanza dell’ex capo di Cosa Nostra agrigentina Gerlandino Messina, catturato lo scorso ottobre in viale stati Uniti, a Favara.