fbpx

La Sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha confermato la condanna di Rosetta Scariano, 33 anni, di Favara, la docente accusata di aver ottenuto le supplenze come insegnante di sostegno a Caltanissetta presentando un falso diploma di specializzazione dell’Università di Macerata. La docente era stata condannata in primo grado a restituire al ministero dell’Istruzione circa 42mila euro, somma corrispondente agli stipendi che sarebbero stati illegittimamente percepiti dal 2002 al 2007.