Favara. Omicidio in c.da San Benedetto, vittima e assassino erano soci

Omicidio in c.da San Benedetto a Favara, la vittima è Giuseppe Mattina 39 anni, originario di Favara ma residente ad Aragona. L’assassino invece sarebbe il palermitano residente a Favara Giovanni Riggio di 29 anni che dopo aver commesso il delitto, nella notte si è costituito al commissariato di Polizia di Brancaccio. Assassino e vittima, erano soci e recentemente avevano aperto un’officina meccanica, i due ieri sera erano stati visti insieme in un bar della zona ed entrambi sarebbero apparsi sereni. Poco dopo però l’alterco all’interno dell’officina, con il palermitano che, presumibilmente ha immobilizzato il socio con del nastro adesivo e poi gli ha indirizzato diverse coltellate uccidendolo. Dopo aver commesso l’irreparabile, il 29 enne avrebbe preso il furgone della ditta ed è partito alla volta di Palermo dove alle 4:00 ha bussato al commissariato di Polizia di Brancaccio ed ha confessato l’omicidio. Secondo il reo, il movente sarebbe stato il mancato pagamento di una somma di denaro. Tempestiva è stata la comunicazione da Palermo alla Questura di Agrigento con gli agenti della squadra mobile che sul posto e con l’ausilio dei Vigili del Fuoco hanno aperto l’officina, hanno scoperto il cadavere dell’uomo. Successivamente in c.da San Benedetto anche gli uomini della scientifica per i rilievi di rito.

 

[wp-rss-aggregator]