fbpx

Quattro colpi esplosi a distanza ravvicinata, uno dei quali in faccia, hanno ucciso il “re delle slot machine” della provincia di Agrigento, Calogero Palumbo Piccionello, 67 anni, di Favara. Lo ha accertato, durante l’autopsia disposta dal sostituto procuratore Salvatore Vella, il medico legale Cataldo Raffino dell’università di Catania. L’esame, che ha escluso ogni possibile segno di colluttazione fra vittima ed assassino, è stato effettuato nella camera mortuaria dell’ospedale di Agrigento. Intanto, domani, alle 10, al carcere Petrusa, davanti al Gip Luisa Turco, si terrà l’interrogatorio di Antonio Baio, 72 anni, l’assassino reo confesso che, subito dopo essersi consegnato in caserma, non ha voluto spiegare il  perchè del folle gesto.