Favara. Sulla Crocca spuntano scritte che indicano il presunto assassino di Gessica Lattuca. Indagano i Carabinieri

Sulla scomparsa di Gessica Lattuca, più volte si è detto del muro di omertà eretto sulla vicenda, in attesa di conoscere gli esiti degli accertamenti svolti ieri nei laboratori del RIS di Messina però, in mattinata delle inquietanti scritte sono apparse nella periferia di Favara, più precisamente sulla strada della Crocca. Con della vernice spray di colore rosso, è stato scritto un nome Lillo seguito da un cognome o un soprannome, nominativo che l’autore indica come l’assassino di Gessica. Ovviamente è un messaggio da prendere con le pinze, perchè non si esclude che possa trattarsi del gesto di qualcuno che, visto il clamore mediatico della vicenda, possa voler attrarre l’attenzione su di se. Ma al momento non si può neanche escludere la volontà, in forma anomina di fornire un indizio concreto agli inquirenti. Intanto, i Carabinieri della Tenenza di Favara hanno avviato le indagini per risalire all’autore.

Dicevamo che ieri, a Messina si sono svolte le analisi di laboratorio i cui esiti, con molta probabilità giungeranno nei prossimi giorni, intanto sia Filippo Russotto, ex compagno di Gessica sia Enzo Lattuca, fratello della giovane scomparsa, ritornano a parlare dei presunti ritardi nell’avvio delle indagini.

Il fratello di Gessica, nonostante ad oggi, l’ex cognato sia l’unica persona iscritta sul registro degli indagati, continua a sostenere l’estraneità di Filippo.