fbpx

E’ stato interrogato ieri nel carcere di contrada Petrusa, il pregiudicato favarese Pasquale Fanara, 52 anni, arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio in relazione ad una vicenda risalente alla metà degli anni Novanta. Le indagini sono scaturite, dal racconto dei collaboratori di giustizia Maurizio Di Gati e Alfonso Falzone, e dalle investigazioni dei carabinieri. Soprattutto i pentiti indicano in Fanara, uno dei componenti del gruppo di fuoco, che nel novembre del 1995, tentò di uccidere a colpi di arma da fuoco, Salvatore Salemi, allora bidello in una scuola di Porto Empedocle. Fanara si è professato innocente. Ha detto di non conoscere i due collabotatori di giustizia che l’accusano, confermando di essere estraneo alla vicenda. Il legale di Fanara, l’avvocato Mimmo Russello, ha contestato le ragioni dell’accusa, essendo i racconti dei due collaboratori di giustizia pieni di contraddizioni e differenti nelle fasi dell’agguato. Già domani, la difesa depositerà il ricorso al Tribunale della Libertà di Palermo.