fbpx

Con una lettera inviata al governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo e all’assessore regionale, Marco Venturi, il sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto, ha comunicato il ritiro della delegazione comunale dal consiglio generale dell’Asi di Agrigenti “fin quando- afferma lo stesso Firetto- i vertici del consorzio non attueranno una politica che effettivamente contribuisca allo sviluppo del territorio provinciale”. A far scatenare la decisione, tra l’altro, la recente costituzione nel giudizio di fronte al Tar Lazio, dell’Asi, per l’annullamento dell’autorizzazione per la costruzione e l’esercizio di un terminale di rigassificazione. “Le motivazioni della costituzione nel giudizio- scrive Firetto al governatore Lombardo- confermano l’attività dilatoria messa in essere dai vertici del Consorzio Asu, concretizzatasi, prima non effettuando la restituzione delle aree demaniali marittime e , infine, con la richiesta , a nostro parere folcloristica, di misure compensative”.