Fiume Akragas, scoperta causa morìa anatre e pesci

Nel pieno dell’estate appena conclusa nella foce del fiume Akragas la moria di anatre prima e di pesci poi. Oggi l’associazione ambientalista Mareamico Agrigento rebndo noto il motivo che avrebbe mortato alla morte degli animali dopo l’accertamento da parte dell’Istituto Zoo-profilattico. Dagli esami effettuati sul corpo di un’anatra pare che la moria sia stata causata dalla presenza del batterio Clostridium, delle sue tossine e delle acque malsane presenti nel fiume akragas. “La positività all’escherichia coli nel cuore e di clostridi nel fegato- dice Mareamico- in particolare quest’ultima sembra essere la causa di morte più probabile, se messa in correlazioni a condizioni di alta temperatura ambientale e scarsa ossigenazione delle acque, che possono avere causato una proliferazione di questi batteri e conseguente sviluppo di tossine.” Praticamente un’intossicazione che colpisce gli uccelli, causata dall’ingestione di una tossina prodotta proprio dal batterio Clostridium: un comune batterio della putrefazione, diffuso in natura in tutti i terreni. Sono noti diversi ceppi del batterio, che producono almeno sette diversi tipi di tossine; la tossina detta di tipo C è estremamente tossica per le anatre, le oche e i limicoli. Esiste anche una tossina di tipo E che colpisce alcuni titpi di uccelli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.