fbpx

Furto la notte scorsa al distributore di carburanti “Nuara” in viale Sicilia, nel quartiere di Fontanelle, ad Agrigento. Ignoti hanno sollevato e portato via la colonnina del self-service, per l’accettazione delle banconote. Il furto è stato scoperto stamani dagli impiegati, all’apertura del distributore. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, che hanno avviato le indagini. I danni sono ancora in corso di quantificazione.

Un pensiero su “Fontanelle, furto al distributore Nuara: rubata colonnina self-service”
  1. E meno male che sul posto c’è un impianto di VIDEOSORVEGLIANZA! Purtroppo la delinquenza (probabilmente di una certa matrice) sta prendendo radice in Italia, in quanto determinate leggi sono considerate “antidemocratiche”. E dato che le persone oneste rischiano di perdere la democrazia (per colpa di questi individui), sarebbe opportuno rispolverare determinati sistemi, atti a sconfiggere la delinquenza specie, si ripete, di una certa matrice. Io suggerisco i punti, sta poi alle Autorità ed agli uomini politici, dare la giusta ed adeguata attuazione. Prima di tutto istituire il COPRIFUOCO consistente nel divieto assoluto di circolazione (con tutte le conseguenze in caso di violazione) da una certa ora serale (esempio dalle ore 22,00) fino ad una certa ora mattutina (ad esempio alle ore 6,00) a carico dei seguenti individui:
    a- clandestini senza permesso di soggiorno;
    b- extracomunitari con determinati precedenti penali di una certa rilevanza di pericolosità sociale;
    c-qualsiasi persona non in regola con la permanenza nel territorio dello Stato italiano.
    d-altri casi da studiare a tavolino.
    Questo è il provvedimento più importante per arginare certa delinquenza, in quanto la conseguenza più importante per chi viola il divieto, è il trattamento dell’individuo secondo rigide REGOLE MILITARI. Accanto al COPRIFUOCO che può definirsi “notturno”, anche l’istituzione di un COPRIFUOCO “diurno” avente un’altra finalità, vale a dire un forte affievolimento dei c.d. “diritti” da parte di coloro che, calpestando abusivamente il territorio dello Stato italiano, non solo possono essere soggetti a qualsivoglia controllo ma, appunto, in virtù del sopra detto affievolimento, ne subiscono tutte le conseguenze, come detto sopra di applicazione di rigide REGOLE MILITARI. Ovvio che, per applicare tutto ciò, occorrerebbero almeno altri 50.000 (leggasi cinquantamila) divise con le stellette ben luccicanti, soprattutto al buio!

I commenti sono chiusi.