fbpx

“Sicuramente occorrevano delle modifiche nel mondo della Formazione, ma certo non quelle fatte, che ha determinato il licenziamento di migliaia di lavoratori, senza cassa integrazione. Cosa farà questo personale senza lavoro? Questo è un modo scellerato di amministrare; ancora piu’ grave è che sono stati licenziati anche dei lavoratori che fanno parte delle categorie protette. Occorreva che il governo regionale prima facesse un piano per tutelare il lavoro di migliaia di persone e cercasse delle soluzioni meno drastiche e piu’ efficaci. Nelle aziende si cerca di riconvertire il personale per farlo specializzare e impiegarlo al meglio, come ultima ratio si licenzia. Il governo invece,senza pietà , ha espresso parere contrario all’emendamento presentato da noi di Forza del Sud per la moratoria di un anno sui mutui per la casa dei dipendenti della formazione,cosi oltre ad essere senza lavoro saranno pure senza casa”. Lo ha detto Michele Cimino,deputato regionale di Forza del Sud e componente della commissione d’indagine sulla Formazione, che si è insediata oggi all’Assemblea Regionale.