fbpx

L’atleta piemontese Paolo Mossi, potrebbe essere un nuovo volto della Fortitudo Moncada Agrigento. La Guardia, ha già iniziato la preparazione atletica, ma non anche gli allenamenti tecnici insieme alla squadra biancazzurra. Così come raccontatoci a telefono dal Direttore Sportivo della Fortitudo Agrigento,Christian Mayer, Mossi non si sarebbe già unito al gruppo per le sedute di allenamento, a differenza di quanto si è vociferato nei giorni scorsi. E’ ancora atteso, infatti, il nulla osta da parte dell’Ircop Rieti, dove ha giocato nella passata stagione 2009/2010.
E ci chi parla già dell’atleta, che eventualmente dovrebbe essere inserito nel ruolo 1-2, di play-guardia, come decisamente un buono acquisto, tenuto conto la maturata esperienza in Lega Due e in A dilettanti.
In effetti la situazione in classifica della formazione del Presidente Moncada non è delle più rosee; soli due punti che ci lasciano ben piantonati e da soli all’ultimo posto.
Una sola vittoria, fino ad oggi, quella contro il Matera, disputata in casa, per la prima volta sul parquet di quel PalaEmpedocle che il Presidente ha fatto realizzare, intitolandolo al padre prematuramente scomparso, e che aveva inaugurato solo due giorni prima. E c’è da dire che la gran parte delle altre partite, sono state perse per un soffio; sempre un solo punto di differenza, ad eccezione di quella contro l’Adriatica Industriale Ruvo, che segnava sul tabellone un distacco di ben 21 punti. Il roster in questo momento non è al suo completo; manca sempre Mauro Bonaiuti, che molti tifosi agrigentini attendono di vedere sul parquet di gioco. Anche se a riguardo nulla è stato reso noto dalla Dirigenza circa la sua permanenza o meno in squadra e in merito al suo recupero dall’infortunio al polso. E domenica scorsa a non entrare in campo, insieme ai colleghi, anche Nunzio Sabbatino, per un problema al ginocchio. Dopo la sconfitta immeritata dell’ultima partita, contro il Bisceglie, adesso la squadra allenata dal coach Esposito sul parquet ospite del Sant’Antimo. Necessaria una vittoria, per la classifica e per il morale, di tifosi e giocatori soprattutto.