fbpx


Dopo lo scandalo del policlinico di Roma dove i pazienti che si rivolgono al pronto soccorso aspettano diversi giorni prima di trovare un posto letto, interviene il segretario della Funzione Pubblica della CGIL Alfonso Buscemi, per denunciare che di casi simili si registrano ovunque, che chi necessita di cure deve per forza rivolgersi al pronto soccorso, intasando gli stessi, che in tanti reparti ci sono ricoveri in eccedenza rispetto alla dotazione organica con gravi problemi ai pazienti e grande disagio degli operatori sanitari, che ad Agrigento ancora, non si vede la prospettiva di un concorso pubblico a differenza di tutte le altre ASP siciliane. “Abbiamo segnalato in diverse circostanze alla Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Sciacca, la grave situazione dei posti letto nel reparto di cardiologia ed unità coronarica, nulla è cambiato. Invitiamo l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento a voler provvedere con immediatezza affinché vengano rispettati i livelli essenziali di assistenza”.