fbpx

Furetti e cani richiusi all’interno di gabbie in un piccolo magazzino senza essere alimentati. A Licata, la polizia ha denunciato un quarantenne per abbandono e maltrattamento di animali. Gli agenti hanno constatato che gli animali si trovavano in “condizioni incompatibili con la loro natura, tali da arrecare loro gravi sofferenze”. I veterinari dell’asp hanno accertato che   le   gabbie   non   avevano dimensioni idonee a soddisfare le caratteristiche etologiche degli animali ed erano prive di quegli “arricchimenti ambientali” volte a ricrearne l’habitat.

Inoltre all’interno delle predette gabbie si trovava anche un cane che non risultava di proprietà dell’uomo e che, da approfonditi accertamenti, risultava essersi allontanato nel settembre del 2019 dal proprietario.