fbpx

Per la terza volta in un anno, la scuola del primo Circolo Didattico, “G. Lauricella” sita lungo il viale della Vittoria è stata presa di mira dai vandali. Questa volta i teppisti non soddisfatti del danneggiamento di alcune aule, della sala dei professori e delle stanze della segreteria, hanno anche asportato computer, monitor e una macchina fotografica digitale. Per entrare i deliquenti hanno spaccato una finestra posta a piano terra, sul lato della scuola, che si affaccia sul viale della Vittoria. Entrati all’interno dei locali, si sono diretti nella sala professori ed hanno scassinato armadietti e cassetti, buttando sul pavimento fogli, carpette, materiale didattico, sedie e banchi ribaltati. Poi i vandali hanno visitato le stanze della segreteria, quindi dopo avere divelto diversi lucchetti, hanno aperto altri armadietti. Svuotati sul pavimento e sopra le scrivanie alcuni estintori. Il furto e i danneggiamenti gratuiti sono stati scoperti solo stamattina. Un’amara sorpresa per il personale scolastico, non per genitori e alunni, in quanto la scuola è chiusa per le festività pasquali. Sul posto si sono portati i poliziotti della sezione Volante, coordinati dalla dirigente Stefania Marino, che hanno avviato le indagini, e gli agenti della Scientifica che si sono occupati dei rilievi di rito, alla ricerca di impronte e tracce. Indignati i professori e il dirigente scolastico, Maria Giovanna Cassaro, < non è possibile che questi teppsiti agiscano indisturbati rubando e danneggiando apparecchiature che vengono utilizzate dai bambini. Un gesto vergognoso, se si considera che oltre a rubare hanno anche danneggiato materiale didattico > Furto e vandalismi sono stati denunciati ai poliziotti e ai carabinieri di Agrigento, che stanno lavorando per risalire agli autori del furto e dei vandalismi notturni. Quasi sicuramente si tratta di azioni compiute da giovani. Non è la prima volta comunque che i ladri, di notte, prendono di mira le scuole della città dei templi. Già nei mesi passati i malviventi erano riusciti ad entrare in diverse scuole e e a rubare pc e altro materiale.