Politica Porto Empedocle

Gaffe sulla Moby Zazà, il vice ministro Cancelleri: “Mi scuso per l’errore”

Ammette l’errore e si scusa. Il vice ministro alle infrastrutture Giancarlo Cancelleri scrive su facebook dopo qualce giorno da quell’intervista a Porto Empedocle, che ha fatto il giro dei social e delle tv nazionali, dove scambia la nave quarantena, Moby Zazà, per un’imbarcazione turistica.

” Ho commesso un errore e non faccio fatica ad ammetterlo – dice Cancelleri- credo anche che i cittadini empedoclini meritino le mie scuse per non aver riconosciuto quello che per loro, in questo momento, è davvero un gran problema. Mi spiace anche che questo fatto abbia oscurato la vera notizia, cioè che a Porto Empedocle spenderemo per l’ampliamento e ammodernamento del porto 70 milioni di euro. Sarà così possibile accogliere, grazie ad accordi dell’autorità portuale con le varie compagnie croceristiche, 1 milione e mezzo di turisti ogni anno. Se andare finalmente in un territorio e dire ai cittadini “ce l’abbiamo fatta!”, allora permettetemelo, perdonerò a me stesso qualche gaffes, vuoi per la fretta o per la stanchezza, ma vi assicuro che sono determinato a dare sempre il massimo per far diventare il nostro paese un posto migliore nel quale vivere”.  E sugli attacchi ricevuti Cancalleri commenta così: “A chi mi attacca auguro buona vita, a chi mi difende invece chiedo di difendere i fatti e non me, di difendere i risultati, saranno quelli a rimanere nei territori e daranno qualche possibilità in più”.