Gela, c’è una vittima nell’incendio del mercatino.

Non ce l’ha fatta Tiziana Nicastro, 42 anni. La donna, madre di tre figli, era rimasta ferita dall’esplosione della bombola di gas al mercatino rionale di via Madonna del Rosario, a Gela. È stata ricoverata per otto giorni al Civico di Palermo con ustioni nel 60 per cento del corpo. Il suo cuore si è fermato questa mattina. Nicastro, il 5 giugno, era al mercatino per fare qualche acquisto quando è stata travolta dalla fiammata sprigionata dal camionicino che vendeva polli allo spiedo. Ora con la prima vittima potrebbe aggravarsi la posizione di Carlo Catanese, 45 anni di Grotte, proprietario del furgone alimentare. C’è un’indagine della Polizia, coordinata dalla Procura di Gela. In prognosi riservata, anche tre donne ricoverate al Cannizzaro di Catania e un ragazzino di 14 anni.Chi fuggiva, chi chiedeva aiuto, chi cercava di soccorrere i feriti: c’è stato il panico a Gela quella mattina del 5 giugno.Nell’area, interessata dall’incendio del camioncino ci sono ancora i segni dell’incendio. L’incendio sarebbe partito da una fuga di gas proveniente da una delle quattro bombole utilizzate dal furgone Iveco 50. Investigatori e inquirenti si stanno concentrando proprio sulla sicurezza e sulla manutenzione delle bombole.