Gessica Lattuca, sequestrati oggetti.

Passano i giorni, 55, le indagini, ricerche e perquisizioni proseguono ma di Gessica Lattuca nessuna traccia, la 27 enne di Favara scomparsa lo scorso 12 agosto non si trova. Nelle prossime ore, verranno sequestrati – e portati via – degli oggetti che saranno sottoposti a specifiche analisi di laboratorio da parte del Ris di Messina. Si tratta di oggetti per i quali, proprio gli specialisti hanno avanzato l’idea di approfondire le verifiche.

Ma per gli esami di laboratorio ci vorrà tempo. Almeno una trentina di giorni. 

I Ris di Messina, anche ieri, sono rimasti al lavoro fra il magazzino e lo stabile di via Fratelli Gracchi – nei pressi di via Agrigento – di Filippo Russotto: ex compagno di Gessica Lattuca e e padre di tre dei suoi 4 figli che chiedono della loro mamma e aspettano. Gli specialisti dell’Arma ieri sono tornati nuovamente in contrada Burraitotto, lungo la strada fra il Villaggio Mosè e Naro. Ispezioni e verifiche sono state eseguite anche in un’altra casa di campagna appartenente all’ex compagno della ventisettenne: in contrada Malvizzo a Favara. Nel pomeriggio di ieri tutte le squadre dei carabinieri con le unità cinofile sono tornate nella vecchia casa di campagna che Filippo Russotto, assieme ai suo congiunti, ha ereditato soltanto da pochi mesi e chiusa da 14 anni. Al momento le indagini proseguono sempre contro ignoti e nessuna persona risulta iscritta sul registro degli indagati.