fbpx

Scendono in campo in trasferta contro il Kamarat ma a fare notizia non è il risultato della partita dell'Akragas sconfitta per 1 a 0 nel campionato d'eccellenza bensì la maglia della squadra agrigentina. Sullo sfondo biancazzuro, infatti, vi è stampato il volto dell'ex presidente dell'Akragas Gioacchino Sferrazza, lo stesso che salì alla ribalta della cronaca nel settembre scorso per aver dedicato la vittoria della sua squadra al presunto boss di Palma di Montechiaro Nicola Ribisi arrestato dalla polizia proprio pochi giorni prima. Una dedica che ha sollevato un polverone di polemiche e condanne. La Procura di Agrigento aprì un'inchiesta mentre il Questore Girolamo di Fazio notificò a Gioacchino Sferrazza il Daspo, provvedimento che gli vieta per 5 anni di assistere alle manifestazioni sportive. Secondo Sferrazza la vicenda di ieri non è una provocazione. L'ex patron dell'Akragas giustifica la stampa del suo volto sulle maglie affermando di essere ormai l'unico sponsor della squadra dopo la sentenza del Tribunale di Palermo che ha imposto ai biancazzurri di togliere il marchio dello sponsor ufficiale. Intanto su questa vicenda non sono esclude sanzioni da parte della giustizia sportiva.