Girgenti Acque all’Antimafia, via alle audizioni a Palermo.

“Il sistema di potere trasversale che s’era costruito attorno a ‘Girgenti Acque’ è un tema che intendiamo approfondire ben oltre questa giornata. Ci saranno audizioni, all’inizio dell’anno, a Palazzo dei Normanni”. Lo aveva affernato , durante la sua visita ad Agrigento, il presidente della Commissione antimafia, Claudio Fava. Promessa mantenusa: le  aduzioni in Antimafia sulle vicende della società di gestione del servizio idrico ad Agrigento avranno inizio il prossimo 20 febbario.  A presentarsi davanti ai deputati regionali sanno i due commissari prefettizi che attualmente gestiscono la società, quindi Gervasio Venuti e Giuseppe Massimo Dell’Aira. Da loro, probabilmente, la commissione vorrà sapere dello stato di salute della società, conoscere quanto finora fatto e quali sono le prospettive verso un risanamento (non solo economico) della stessa. Ai commissari seguiranno altre audizioni. “Pensiamo- sono ancora le parole di Fava-  che un focus specifico su questa vicenda, su questo sistema, sulla sua trasversalità serva a raccontare non soltanto la vicenda specifica in se, ma a dare un contesto più complessivo su quello che accadendo in questa provincia e su ciò che può accadere in qualsiasi parte della regione Sicilia.”