fbpx

“Apprendiamo con soddisfazione che nella costa occidentale della nostra Provincia si annunciano ulteriori importanti investimenti nel settore turistico per 200 milioni di euro: 2 resort di 5 stelle per 400 posti letto complessivi che vanno ad aggiungersi all’investimento della “Rocco Forte & Family” e a quelli preesistenti della Fintur di Antonio Mangia e di “Torre Macauda”: insomma prende sempre più forma quel “terzo polo turistico” di cui si parla dai tempi del “Progetto SITAS”. E’ quanto si legge in una nota della segreteria provinciale della Cgil.
“Tuttavia- continua la nota- proprio le esperienze precedenti debbono servirci a placare gli entusiasmi e a pretendere che, sopratutto da parte della Pubblica Amministrazione, si pretendano dagli investitori coerenti politiche di sviluppo che puntino sulle risorse del territorio e attenzione ai diritti dei lavoratori”.
La CGIL chiede ai Sindaci di quella parte di territorio “di volersi fare parte attivi di un ragionamento che porti attorno allo stesso tavolo gli investitori e gli “attori economici” e sociali per discutere insieme di questo tipo di problematiche”.