Grande atto di altruismo dei genitori di Sofia Tedesco che hanno donato gli organi della sfortunata studentessa

Nel dolore immane per la perdita della propria figlia, i genitori della sfortunata studentessa di Agrigento Sofia Tedesco hanno avuto la forza di compiere un grande gesto di altruismo acconsentendo all’espianto degli organi. In nottata, all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta una equipe medica dell’Ismett di Palermo ha eseguito l’intervento che è stato coordinato dal primario del reparto nisseno di rianimazione Giancarlo Foresta e dalla dottoressa Rosalba Parla. I reni, il fegato e le cornee di Sofia ridaranno speranza alle persone in lista d’attesa che adesso potranno sperare in una vita migliore. “In un momento di così grande tristezza – ha detto il dottore Giancarlo Foresta – in cui la vita di una ragazzina è spezzata è difficile trovare parole per ringraziare i genitori e i parenti tutti per la capacità di saper superare il loro dolore e per il grande atto di altruismo dimostrato con la donazione degli organi. Tutto il reparto di Rianimazione – ha aggiunto – è a fianco del dolore di questa famiglia che ha dimostrato un così alto senso civico e soprattutto, con questo gesto, uno spirito di cristiana generosità e solidarietà fraterna”.