Grandinata eccezionale su Agrigento

Sono ancora da quantificare i danni provocati dall’eccezionale grandinata che si è abbattuta su Agrigento la scorsa notte. La città si è risvegliata coperta di bianco come se fosse venuta giù la neve. Grossi chicchi di grandine hanno danneggiato le carrozzerie di auto, mandato in frantumi diverse vetrate e arrecato enormi disagi agli esercizi commerciali e al traffico veicolare andato completamente in tilt. Maggiormente colpito il settore agricolo. La grandine, ma anche la violenza del vento ha danneggiato alberi di mandorli, ulivi e la verdura pronta per essere raccolta. Al mercato ortofrutticolo del Villaggio Mosè, così come per diversi produttori e fruttivendoli è stata una giornata nera. Decine e decine le cassette di frutta e verdura rimaste invendute. In alcune strade della città è stato necessario far intervenire i mezzi-spazzatrici della ditta responsabile del servizio della raccolta dei rifiuti per togliere il manto di foglie che si è formato sull’asfalto e sopra i marciapiedi. Grandine, che ha ostruito caditoie e i tombini, provocando degli allagamenti. Nei pressi del cimitero Bonamorone sono dovuti intervenire i vigili urbani con tanto di pala in mano per toglierla dalla strada. In altri punti della città gli automobilisti sono rimasti praticamente bloccati in mezzo la grandine. Solo dopo l’intervento dei vigili del fuoco le auto sono state recuperate.