Guerra ai volantini, l’ordinanza non basta

Purtroppo l’ordinanza, da sola, sembra non essere un’arma efficace. Parliamo dell’ordinanza del comune di Agrigento che ha vietato con l’obbligo della rimozione in tempi rapidi, i contenitori aperti porta pubblicità che vengono solitamente installati nei condomini per evitare che chi distribuisce i volantini entri dentro il portone o intasi le cassette della posta. Secondo il Comune, infatti, questi contenitori aperti provocano “frequentemente, a causa del vento o dell’abbandono incontrollato, lo spargimento di notevoli quantità di depliant nelle aree pubbliche”.  Queste foto dimostrano che per risolvere in maniera definitiva quello che sembra essere diventato un problema l’unica soluzione è il controllo serrato del territorio. Così come avvenuto mercoledì scorso: la polizia municipale ha sanzionato tre giovani che, nei pressi di alcuni semafori della città, stavano promuovendo – attraverso la distribuzione di volantini appunto – alcuni spettacoli. I vigili urbani sono entrati in azione lungo il viale Leonardo Sciascia e in via Crispi: all’incrocio con le vie Ugo La Malfa e Demetra.