Guida turistica denigra Agrigento. La CNA: “un danno per l’immagine”

Sbandierare gli atteggiamenti mafiosi come biglietto da visita per i turisti, non è certamente tollerabile. Mortifica la dignità e l’onorabilità della città oltre che l’onesta e il sacrificio di un intero sistema legato al tessuto produttivo”. La CNA prende posizione rispetto al focus su Agrigento realizzato da una guida turistica dedicata alla Sicilia. “Codificare un eventuale caso isolato ad un modus operandi dei ristoratori, rei secondo la guida di perpetrare piccole truffe, – affermano il presidente cittadino della Confederazione, Emanuele Farruggia, e il responsabile provinciale per il Turismo, Pierfilippo Spoto – è inaccettabile e lesivo per l’immagine della categoria e di quanti ogni giorno lavorano per rendere l’offerta turistica del territorio sempre più efficiente e qualificata. Gradiremmo una smentita ufficiale, ma non per dettami di natura legale”.