fbpx

I carabinieri del Ris di Messina stanno analizzando l’appartamento di via Stati Uniti, l’ultimo covo del boss di Cosa Nostra di Agrigento Gerlandino Messina. Secondo gli investigatori, non è escluso che nell’abitazione possa esserci una stanza segreta in cui il latitante potesse nascondersi in caso di fuga imrpovvisa oppure dei vani nascosti dove poter occultare documenti o armi. Gli esperti dell’Arma si sono messi subito a lavoro. Hanno scattato centinaia di fotografie, iniziando dall’esterno della palazzina. Poi indossate tute e mascherine hanno effettuato un sopralluogo nell’atrio dell’edificio, poi su per le scale, al secondo e terzo piano dopo gli appartamenti sono ancora da terminare. Subito dopo sono cominciati i rilievi tecnici all’interno della casa-covo dove secondo gli investigatori, Messina avrebbe trascorso gli ultimi quattro mesi di latitanza. Acquisiti alcuni materiali e frammenti biologici, che saranno portati in laboratorio per essere analizzati.I locali restano comunque ancora sotto sequestro.