I corpi delle 13 vittime arrivano a Porto Empedocle

Le bare una accanto all’altra contengono le salme delle tredici vittime del naufragio di Lampedusa . Alle 3.45 della notte hanno lasciato l’isola: destinazione Porto Empedocle. Tra queste bare una contiene il coropo di una ragazzina di appena 12 anni. Sono state caricate a bordo di un camion che è salito a bordo della nave Pietro Novelli. L’arrivo nella tarda mattina di oggi al porto Empedoclino, da qui i resti delle tredici vittime recuperate dopo il naufragio, tutte donne, verranno accompagnati in diversi cimiteri dell’agrigentino per la sepoltura. Intanto, proseguono le ricerche dei dispersi. In 50 sarebbero partiti dalla Libia ma in Tunisia, poi, in quella barca ne sarebbero saliti un’altra ventina. Dunque le vittime non sarebbero 30, come inizialmente ipotizzato, ma 48 . La piccola barca avrebbe fatto una sosta in Tunisia dopo la prima partenza dal porto di libico. Nel corso dello scalo tunisino sarebbero saliti a bordo altri 16 passeggeri, tutti di nazionalità tunisina. Stando così le cose, i dispersi dovrebbero essere 35. Tra questi anche altre donne e bambini, uno ancora in fasce.