fbpx

«I lavori di realizzazione della statale 640 Agrigento – Caltanissetta per un importo di 500 milioni di euro ha raggiunto una produzione pari a circa il 10%». Arriva proprio dall’Anas la conferma sui tempi del primo tratto di statale. L’azienda sottolinea in un documento ufficiale che al momento è stato costruito il 10% circa dell’opera. Dagli ambienti romani, si evidenzia come le cause di tale andamento lento siano da ricondurre a intoppi negli espropri e alla necessità di eliminare ditte non in regola dagli appalti. Un dato di certo non soddisfacente se si pensa che la prima pietra e il conseguente inizio dei lavoro risale alla primavera del 2009. Già nei mesi scorsi il prefetto Umberto Postiglione aveva informato che c’era un anno di ritardo sulla consegna dell’opera, fissato inizialmente entro il 2012. Attraverso l’ufficio stampa, l’azienda ha sottolineato come «in questi mesi ci sono stati varie situazioni che hanno rallentato l’avanzamento dei lavori, che comunque rispettano il cronoprogramma. Il riferimento va agli espropri di case e terreni andati per le lunghe in alcuni casi e alla necessità di fare rispettare il protocollo di legalità contro l’infilitrazione di aziende non in regola con le leggi antimafia o con documentazione non complete».