fbpx

Occorre salutare con favore il via libera da parte della Commissione Trasporti del Parlamento europeo in ordine all’utilizzo dal 2013 dei body scanner negli aeroporti dell’Unione europea. Conciliare le esigenze di sicurezza – nel contrasto al terrorismo e alla criminalità organizzata – con la tutela della salute dei cittadini attraverso tecnologie non invasive, e nel rispetto del decoro della persona, rappresentano le linee guida del provvedimento” . Lo afferma il Vicepresidente della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni, Salvatore Iacolino, firmatario di alcuni emendamenti inseriti nel testo approvato dalla Commissione Trasporti.