Il 16 ottobre si paga la Tasi

Mani al portafogli anche per gli agrigentini. Dopodomani, giovedi’ 16 ottobre, scadra’ l’ultimo termine utile al pagamento del primo acconto della Tasi. Si tratta del nuovo tributo nato con la legge di stabilita’ 2014 e voluto per destinare ai Comuni italiani risorse utili al mantenimento in essere dei servizi indivisibili, ad esempio la manutenzione delle strade comunali e l’illuminazione pubblica. La vera novita’ di quest’anno e’ pero’ l’introduzione di un nuovo soggetto tenuto al pagamento; oltre ai proprietari dovranno infatti preparare il portafoglio anche gli inquilini, tenuti a versare una misura compresa tra il 10% e il 30% dell’importo totale. A due giorni dalla scadenza, il Comune di Agrigento dirama l’ultimo avviso ai naviganti ricordando che bisogna pagare l’acconto pari al 50% della Tasi per l’anno 2014. Sono obbligati a pagare l’imposta tutti i proprietari di immobili, comprese ovviamente le abitazioni principali. Sugli immobili concessi in affitto vi è l’obbligo di pagamento di una quota anche a carico dell’ inquilino, nella misura del 10 per cento. Si paga con auto – liquidazione da parte del contribuente utilizzando il modello F24 o in alternativa il bollettino postale apposito. Le aliquote da applicare sono pari al 2,5 per mille per le abitazioni principali e pari al 2,8 per mille per gli altri immobili. Per le aree edificabili non è previsto il pagamento della Tasi. Il dettaglio delle aliquote e delle detrazioni è consultabile nel sito comunale www.comune.agrigento.it  nel box dedicato alla Tasi e all’Imu. Per i versamenti oltre il termine del 16 ottobre saranno applicate sanzioni e interessi.