fbpx

Il 2019 è stato un anno estramamente impegnativo per la polizia municipale di Agrigento che, pur con un organico ridotto, ha dovuto fronteggiare parecchi problemi territtorio. Quasi 11mila verbali per un introito complessivo previsto di oltre 391mila euro.

Previsto perché c’è una parte di cittadini che in realtà non paga immediatamente quanto dovuto, limitandosi a farlo quando poi le richieste di pagamento diventeranno accertamenti coattivi. Larga parte delle multe sono state per violazioni al Codice della strada e per mancato rispetto della Ztl di via Atenea (oltre 247mila euro di previsti incassi in seguito a preavvisi di accertamento) e oltre 101.760 euro sempre derivanti da violazioni al Cds ma conseguenti a sommari processi verbali.

A questi aggiungono 12mila euro per verbali emessi in seguito ad incidenti stradali e 29.277 euro per sanzioni elevate nei confronti di titolari di mezzi sprovvisti di assicurazione.

Ad aiutare la municiapale è lo “Street control” che, montato su una macchina di servizio, registra automaticamente le violazioni.Se in primo piano resta sempre la verifica del rispetto del codice della strada, aumenta sensibilmente l’azione volta a reprimere comportamenti scorretti anche sotto il profilo ambientale.