“Il caso Moro, quarant’anni dopo”: successo dell’iniziativa organizzata dal Libero Consorzio

Quali furono gli intrighi internazionali che determinarono il caso Moro? Quali gli scenari politici? Ci fu il coinvolgimento di poteri forti dello Stato? Di questo si è parlato ieri pomeriggio nell’Aula Aldo Moro del Giardino nel corso di un incontro del Commissario straordinario del Libero Consorzio di Agrigento, Alberto Di Pisa, con gli studenti del Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “Politi” di Agrigento.

“Il caso Moro, quarant’anni dopo” è stato, infatti, il titolo dell’iniziativa che ha coinvolto, dicevamo, studenti e docenti del Liceo agrigentino. Nel corso dell’ incontro il Commissario Straordinario ha analizzato alcuni punti oscuri del caso Moro che ancora permangono o che non sono stati sufficientemente approfonditi, svelando, anche, alcuni retroscena della vicenda.

Recentemente, i Di Pisa ha condotto delle ricerche storiche ed ha scritto, inoltre, un saggio dal titolo “Via Fani, 16 marzo del 1978. I segreti inesplorati sul caso Moro”. La manifestazione si è conclusa con una simbolica cerimonia: la deposizione di un mazzo di fiori ai piedi della lapide affissa davanti l’aula “Moro” del Giardino Botanico.