Il comune di Agrigento attende oltre 3 milioni dall’Asp

Prima il comune di Sciacca, adesso quello di Agrigento. L’ente ha dato mandato agli uffici legali per recuperare poco più di tre milioni e duecentomila euro dovute dall’azienda sanitaria provinciale a titolo di compartecipazione per le spese di ricovero presso le comunità alloggio di soggetti disabili psichici per gli anni che vanno dal 2011 al 2016. Lo scorso mese di agosto il comune di Sciacca aveva dato mandato agli uffici preposti di recuperare la somma di un milione e 300 mila euro dall’Asp agrigentina sempre per le somme destinate alle comunità alloggio. La normativa regionale prevede infatti che, “in riferimento al servizio reso dall’amministrazione comunale avente ad oggetto l’inserimento dei soggetti con disabilità psichica ospitati in comunità alloggio, i Comuni possono richiedere il rimborso pari al 50 per cento del costo sostenuto alI’Asp di riferimento”. L’amministrazione comunale, dunque, come si legge in una proposta di determinazione sindacale firmata ieri dal dirigente del Secondo settore, Antonio Insalaco, ed approvata dal sindaco, Calogero Firetto, dal momento che “vani sono risultati i tentativi di recuperare le somme dall’Asp di Agrigento”, vuole promuovere un’azione legale nei confronti dell’azienda sanitaria davanti al tribunale di Agrigento, per recuperare la somma già pagata dal Comune in favore delle comunità alloggio.

[wp-rss-aggregator]