Cronaca Giudiziaria Giustizia

Il consigliere comunale non può essere trasferito.Il TAR dà torto al Ministero della Giustizia

Il consigliere comunale non può essere trasferito.Il TAR dà torto al Ministero della Giustizia. La vicenda riguarda un 45enne , assistente capo di Polizia Penienziaria che ricopre la carica di consigliere comunale e  per effetto di provvedimenti di assegnazione temporanea presta servizio alla casa circondariale di Agrigento. Il Ministero della Giustizia, aveva disposto la revoca del provvedimento e il trasferimento nella casa circondariale di Palermo. Da qua la decisione del consigliere comunale di proporre un ricorso davanti al Tar Sicilia, con il patrocinio degli Avvocati Girolamo Rubino (nella foto) e Giuseppe Impiduglia. Condividendo la tesi difensiva sostenuta dagli avvocati Rubino e Impiduglia secondo cui gli amministratori lavoratori dipendenti, pubblici o privati, non possono essere soggetti a trasferimenti durante l’esercizio del mandato, il Tar ha accolto la richiesta di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato. Il consigliere comunale continuerà a prestare servizio ad Agrigento.