Il Cua contro la Regione

E’ braccio di ferro tra il consorzio universitario di Agrigento e la Regione. Il Cda del Cua ha deliberato d’impugnare davanti al Consiglio di giustizia amministrativa il decreto regionale relativo al protocollo d’intesa che è stato firmato tra gli assessori Alessandro Baccei e Carlo Vermiglio e le tre università statali siciliane, che di fatto priva della propria competenza i territori in cui insistono i Consorzi universitari, delle loro prerogative di programmazione e di definizione di politiche di sviluppo del decentramento universitario. Lo ha dichiarato il Cua attraverso una nota stampa. “Nell’ordinanza emessa dal Tar – si legge – emerge che i consorzi universitari siciliani abbiano provveduto alle modifiche statutarie previste dal decreto assessoriale che subordinano la concessione dei contributi Regionali previo adeguamento degli statuti dei consorzi. In realtà nessun consorzio universitario, fatta eccezione per quello di Trapani, ha provveduto a tali modifiche, non condividendone i contenuti dello stesso protocollo d’intesa”. “Peraltro, l’Assemblea regionale siciliana con un ordine del giorno approvato da tutti i gruppi parlamentari, – aggiungono dal Cua – ha invitato l’assessore Baccei a disdettare tale protocollo d’intesa senza indugio alcuno e ad attivare da subito un tavolo di confronto tra l’amministrazione regionale, le università operanti in Sicilia e i Consorzi universitari siciliani per la individuazione di alcune linee guida alle quali ispirare una riforma organica sui consorzi”.