Il “giallo” della scomparsa di Gessica Lattuca, arrivati i Ris e due unità cinofile molecolari

In via Olanda – a Favara –  sono arrivati i Ris di Messina e due specialissime unità cinofile, capaci di ricerca molecolare. Si cercano – e questa volta anche in maniera specialistiche – delle tracce di Gessica Lattuca, la ventisettenne di Favara, scomparsa dallo scorso 12 agosto.  Verranno ispezionate e perquisite delle abitazioni, saranno rastrellati – e in maniera mirata – degli appezzamenti di terreno. Chiunque, fra il tardo pomeriggio e la prima serata del 12 agosto, ha avuto contatti con la ventisettenne vedrà arrivarsi a casa, o comunque nei luoghi usualmente frequentati, i carabinieri del reparto investigazioni scientifiche e le due unità cinofile addestrate fra Polonia e Germania. Fra i primi destinatari della perquisizione: l’ex compagno – nonché padre di tre dei quattro figli di Gessica- Filippo Russotto, che non è iscritto nel registro degli indagati. Ma le ricerche della donna non si concentreranno soltanto sui luoghi di proprietà dell’ex compagno. A quanto pare, inoltre, le perquisizioni e i controlli non dovrebbero finire nella giornata di oggi, ma potrebbero continuare anche nei prossimi giorni.