Il maltempo continua a imperversare, il torrente Cansalamone è esondato

Il maltempo continua a imperversare sulla Sicilia. Le province di Agrigento e di Palermo le più colpite nelle prime ore della mattina, così come previsto dalla protezione civile che ieri ha diramato una nuova allerta arancione.

A Sciacca e a Ribera le strade si sono trasformate in fiumi, mentre il torrente  Cansalamone è esondato inondando di acqua e fango la strada statale 115 che collega Sciacca ad Agrigento. La polizia stradale ha disposto la chiusura di quel tratto di strada.La furia dell’acqua del torrente ha allagato le strade attorno alla zona dello Stazzone, il sindaco Francesca Valenti ha invitato i suoi concittadini  a non uscire da casa e a evitare i piani bassi. Il sindaco ha disposto anche la chiusura dell’istituto “Don Michele Arena”, plesso Ipsia Miraglia di Sciacca che oggi avrebbe regolarmente svolto lezione.

Sulla strada statale 118 “Centro Occidentale Sicula” il traffico è provvisoriamente bloccato in entrambe le direzioni all’altezza del km 94,000 tra la località di Sambuca di Sicilia e l’innesto per la SP108 per Giuliana in provincia di Palermo.