“Il naufragio fra Italia e Libia”, i tre migranti salvati al poliambulatorio di Lampedusa

Sono stati rifocillati, riscaldati e dimessi i tre naufraghi soccorsi ieri da un elicottero della Marina militare italiana a 50 chilometri a nord-est di Tripoli, fra Italia e Libia. Si tratta di subsahariani maggiorenni recuperati in mare privi di conoscenza. Uno era in acqua e gli altri due si trovavano in una zattera di salvataggio lanciata in precedenza. Gli altri loro compagni di traversata, 17, sono dispersi. I migranti sono stati trasportati al poliambulatorio di Lampedusa dove e’ stata riscontrata un’ipotermia. I medici li hanno riscaldati e curati e, dopo alcune ore, sono stati trasportati all’hotspot dell’isola.Le ricerche dei 17 dispersi continuano sotto il coordinamento delle autorita’ libiche. Ieri erano sbarcati 68 migranti, soccorsi a 12 miglia dalla Guardia costiera