fbpx

 

In riferimento alle note vicende dell’Ipia Fermi il Presidente del Consiglio Provinciale Raimondo Buscemi ha ricevuto dagli operatori scolastici del Fermi una proposta per la risoluzione del problema dei locali dell’Istituto che investe diverse scuole di ogni ordine e grado.

Il Dirigente Casalicchio e i docenti hanno avanzato una serie di proposte, già inviate all’Amministrazione, per garantire una condizione di normalità didattica prima che venga completato l’adeguamento del Centro Addestramento professionale dell’A.s.i. .

Le proposte avanzate dagli operatori scolastici prevedono una serie di trasferimenti. Il primo riguarda il Plesso Pirandello di via Acrone che potrebbe essere allocato in gran parte al Plesso “Tortorelle” e, per le rimanti classi, presso i locali delle Scuole facenti parte dell’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro G. Garibaldi”, in modo da consentire al Liceo delle Scienze Umane “Politi” che è ospitato in parte presso l’Isituto “Foderà” di ricongiungersi in un solo sito nella via Acrone. L’Istituto Brunelleschi, che è una scuola associata con l’Istituto “Foderà”, vista la notevole contrazione di studenti verificata nel corso degli ultimi anni, potrebbe, anch’esso, ricongiungersi con la sede centrale di via M. Cimarra, dopo il trasferimento delle classi del “Politi”.

L’Ipia Fermi, dopo le operazioni di trasferimento individuate, vedrebbe così risolti in gran parte i suoi problemi, allocandosi di mattina dove attualmente opera il “Geometra Brunelleschi”,

Nel rilanciare la proposta il Presidente Buscemi si augura che questa possa rappresentare una strada percorribile anche tramite l’attivazione di un tavolo di concertazione di cui si farà promotore.

Ai docenti, Buscemi, ha ricordato il forte impegno e la vicinanza di tutto il Consiglio Provinciale affinché sia trovata una soluzione alla mancanza di aule nelle ore antimeridiane.

“A più riprese è stato dato ampio spazio ai docenti e al dirigente della stessa scuola in Consiglio Provinciale, ha dichiarato Buscemi, cercando di trovare soluzioni praticabili da sottoporre all’Amministrazione”.

Il Presidente Buscemi si augura che siano utilizzate le vacanze natalizie affinché vengano fatti quegli spostamenti utili a ridare serenità a centinaia di studenti e operatori scolastici.