Agrigento Appuntamenti

Il Rotary Club inaugura il progetto  “Arte Integrazione e Natura”

Il Rotary Club Agrigento ha inaugurato il progetto  “Arte Integrazione e Natura” ideato e sponsorizzato interamente dal Club Service agrigentino e  che ha come protagonisti gli Utenti di Casa della Speranza Don Angelo Ginex di Agrigento e gli alunni dell’Istituto Rita Levi Montalcini di Agrigento. Il progetto prevede la costituzione di due laboratori , uno di attività manuali ed artistiche ed uno di cura delle piante attraverso due percorsi appositamente ideati, il primo di piante aromatiche ed il secondo di alberi da frutto.Obiettivi primari sono l’acquisizione per i disabili della  consapevolezza di possedere le risorse necessarie per riuscire a svolgere un’attività che offra un contributo alla loro individualità ed al loro sviluppo nonchè la possibilità di integrarsi con gli studenti c.d. normodotati.

Per gli alunni della scuola media migliorare l’integrazione ed acquisire maggiore conoscenza del mondo dei disabili

Il Presidente del Rotary Club Agrigento Tommaso Scribani ha affermato : “è un progetto sul quale il Club ha lavorato molto,  che ha interamente finanziato e che rientra in varie aree di intervento del Club ( Nuove Generazioni , Cura delle malattie , Soggetti deboli ed Integrazione).

Con la realizzazione del progetto riusciamo a raggiungere gli obietti primari che ci siamo imposti : avvicinare  alunni ed utenti al mondo delle piante attraverso il contatto diretto con  un approccio di tipo operativo, favorire la socializzazione , la conoscenza reciproca e lo scambio affettivo, la comunicazione verbale, le relazioni proficue e la cooperazione durante l’attività,  contribuire in prima persona al miglioramento estetico e ambientale di un’area verde  educando alla cura e al rispetto del bene pubblico .

Nello specifico  i ragazzi c.d. disabili potranno sviluppare le loro capacità motorie ed accrescere la loro autostima . Il progetto non avrà scadenza e sarà portato avanti grazie alla grande disponibilità del dirigente scolastico Prof. Luigi Costanza che ringrazio personalmente per la sensibilità dimostrata.”