Coronavirus Cronaca

Il virus torna a correre

Ci sono due nuovi casi di coronavirus ad Agrigento. Un uomo , con sintomi, e una donna. Non fanno parte dello stesso nucleo familiare. La donna si trova ricoverata al San Giovanni di Dio per altre ragioni e sottoposta a tampone, come prassi vuole, è risultata positiva. Il contagio non sarebbe avvenuto a seguito di trasferte o viaggi. Altri casi anche a Canicattì, Sciacca e Ravanusa. A Sciacca a risultare contagiata è un’operatrice sanitaria operante in un poliabulatorio delle vaccinazioni sottoposto a sanificazione. Sono 150 i soggetti posti in quarantena, sempre a Sciacca, tutti partecipanti ad un matrimonio venuti a contatto con due persone positive al Covid. A Ravanusa è positiva una giovane donna. A Canicattì i casi salgono a 9: gli ultimi tre casi sono emersi oggi pomeriggio. Il virus , dunque, torna a correre. L’aumento dei casi di coronavirus in Sicilia, che nel bollettino del 10 settembre hanno superato quota 100, comincia a preoccupare seriamente le autorità sanitarie regionali tanto che questa sera si è tenuto un vertice presieduto dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, con tutti i manager delle aziende del Servizio sanitario siciliano per fare il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus nell’Isola e per predisporre ogni misura utile ad affrontare una eventuale crescita del ricorso alla ospedalizzazione.  Alla luce della crescita dei contagi tra la popolazione, si sono analizzate le fasi dei piani di prevenzione dal virus e di incremento delle terapie intensive (già redatti nelle settimane successive al post lockdown). Piani che erano stati accantonati quando sembrava che il virus stesse regredendo. L’assessore ed i manager hanno valutato la possibilità di attivare tempestivamente l’ulteriore disponibilità di posti letto Covid-19, di personale e mezzi dedicati anche alla luce degli effetti che potranno produrre l’avvio dell’anno scolastico e la piena ripresa di ogni attività professionale dopo la pausa estiva.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.