Top Videos
  • Intervista al candidato sindaco di Agrigento Mario Gallo
    8982 76
  • Operazione “la carica dei 104” : 19 arresti
    6227 76
  • Speciale Interviste ospite Simona Carisi 21 08 2014
    5498 76
  • Piano giovani la procura apre un fascicolo
    4498 76
  • VIlla del Sole sarà data in gestione intervento di Di Rosa
    4081 76
  • Crocetta e Piano Giovani: in bilico il nuovo bando
    3954 76
  • Piano giovani il bando della discordia
    3697 76
  • Addio al vecchio libretto, il certificato di proprietà ora è digitale
    3631 76
  • Telegiornale del 10-04-2014 ore 14:00
    3010 76
  • Obbligo accatastamento caldaie, intervento adoc
    2876 76

“Imposte illegittime a Favara Ovest”, associazione “Konsumer” incalza Comuni e Ato

“Imposte illegittime a Favara Ovest”, associazione “Konsumer” incalza Comuni e Ato
Rate this post

Favara ovest non finisce di stupire. Non sono bastate le case costruite sulla linea di demarcazione tra i comuni di Agrigento e Favara tanto che qualcuno si è trovato con il bagno su territorio alieno e la cucina su quello del comune di appartenenza, non sono bastati i problemi che sono seguiti al censimento della popolazione del 2011 con circa 800 soggetti che sono transitati di ufficio all’ anagrafe del comune capoluogo, non sono bastate le lunghe e laboriose trattative tra le commissioni consiliari paritetiche dei due Comuni  concluse con un accordo approvato dai rispettivi consigli adesso l’associazione dei consumatori “Konsumer”:  le tasse verranno chieste due volte ai cittadini, ma col rischio che le richieste siano entrambe illegittime. L’associazione  con una lettera firmata dal coordinatore provinciale Giuseppe Di Miceli aveva chiesto al Municipio capoluogo di revocare gli accertamenti della tariffa di igiene ambientale per gli anni trascorsi, rinunciando anche a quelli giunti già ad una fase di riscossione esecutiva, sollecitando anche il Comune di Favara a rimborsare “quanto indebitamente riscosso per l’imposta in discorso”.  Adesso l’associazione ha chiesto una richiesta di accesso agli atti ai Comuni di Agrigento e Favara, ed ai vertici della Srr Ato4 Agrigento Est ed all’Ato Gesa Ag2 in liquidazione, “al fine di dare una pronta risposta al cittadino.contribuente residente nel territorio di Favara Ovest , il quale chiede ed ha diritto ad una certa e reale tutela dello stesso”, scrive in una nota Di Miceli. Nel dettaglio, è stata chiesta copia dei documenti amministrativi che attestino podesttà impositiva sul territorio di Favara Ovest, per l’atto di competenza, rispettivamente di avviso di pagamento e accertamento, dell’imposta per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, oltre ai documenti che attestano l’effettivo sostenimento del costo per il trasferimento in discarica dei rifiuti”. All’Ato, invece, è stata chiesta copia dei documenti che attestino “la legittimità alla riscossione amministrativo-tributaria per conto dei comuni di Favara, prima, e Agrigento, poi, sulla zona di Favara Ovest, rispettivamente per l’avviso di pagamento e per l’accertamento, per l’anno d’imposta 2011 e seguenti, dell’imposta per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti”.

Condividi

Categorie: Agrigento, Attualità, Cronaca, Politica, Provincia, Ultime news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *