fbpx

 

 

Si avvicina la data tanto temuta, ovvero quella relativa al 17 dicembre, ultimo giorno disponibile per il pagamento dell’IMU , l’imposta municipale unica introdotta con la riforma del federalismo fiscale, dal governo Monti, sulle proprietà immobiliari. Pronti a versare il saldo dunque i proprietari di abitazioni principali o seconde case.

Ma come si fa a calcolare l’imposta?

Quali gli errori da non commettere?

I pensionati hanno delle agevolazioni?

Che cifre sono emerse dai calcoli effettuati?

 

Dunque gli agrigentini si preparano ad affrontare una vera e propria “stangata” per il saldo dell’Imu: il pagamento di quest’ultima rata, potrebbe del tutto prosciugare le tredicesime di diversi contribuenti. Proprio la tredicesima mensilità sarà infatti utilizzata dagli italiani per coprire il saldo della tassa sulla casa e, quelli che dovevano essere i risparmi da utilizzare per le festività natalizie, saranno i risparmi che serviranno a far fronte all’ennesimo prelievo fiscale imposto dallo Stato.