fbpx

Con la Domenica delle Palme prendono il via gli appuntamenti della settimana santa della Pasqua che saranno celebrati, nelle parrocchie e in Cattedrale, nella stretta osservanza di tutte le prescrizioni anti-Covid. “Anche se percepiamo ancora il peso dell’emergenza sanitaria, questa situazione non ci deve scoraggiare”, dice il parroco della cattedrale,  don Giuseppe Pontillo. “ In Cattedrale – dice – il numero massimo di fedeli che potranno accedere é di 200 per ogni celebrazione. Bisognerà sempre igienizzare le mani, prendere posto nei banchi dove indicato mantenendo il distanziamento secondo la distribuzione dei posti e sottoporsi al controllo della temperatura all’ingresso.  In ogni caso bisognerà evitare assembramenti e raggruppamenti di fedeli.” Ieri la celebrazione della  Domenica delle Palme è stata presieduta dall’Arcivescovo, Francesco Montenegro e trasmessa i diretta su Agrigentotv permettendo così al fedeli di assistere da casa al momento religioso. Tra i momenti clou della settimana Santa, il giovedì santo alle 9,30 sarà celebrata la Messa del Crisma con la benedizione degli olii santi presieduta da mons. Montenegro con la presenza del presbiterio e di una rappresentanza di fedeli. Nel pomeriggio del inizierà il triduo pasquale con messa della «Cena del Signore», sarà omessa la lavanda dei piedi. La celebrazione proseguirà con un momento di preghiera davanti all’Eucaristia nella cappella del Redentore. La Cattedrale chiuderà alle 21,30. “Si ricorda- dicono dalla diocesi- che bisognerà evitare lo spostamento tra le chiese.” Il venerdì santo, a partire dalle 9,00 la Cattedrale sarà aperta per consentire ai fedeli la visita a Gesù Redentore. L’ingresso in Cattedrale sarà contingentato. Alle 16 sarà celebrata l’Azione liturgica della Passione del Signore che sarà presieduta dall’arcivescovo e seguiranno diversi momenti di preghiera fino alle 20 quando sarà esposto alla venerazione il Cristo morto e il cardinale Francesco Montenegro proporrà il messaggio all’Arcidiocesi e alla Città. – La Veglia pasquale il sabato santo inizierà alle 19,30 per permettere a tutti il rientro nel rispetto delle indicazioni governative. La Veglia pasquale non si potrà anticipare prima delle ore 19.00 e non si potrà concludere oltre le 21.30.